Questo sito contribuisce alla audience di

Rodèllo

comune in provincia di Cuneo (70 km), 537 m s.m., 8,84 km², 708 ab. (rodellesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro delle Langhe albesi, situato nell'alto bacino del torrente Cherasca. Possedimento del vescovo di Alba, divenne feudo dei signori di Rodello, che si sottomisero ad Alba seguendone le vicende. Concesso da Teodoro II del Monferrato al capitano di ventura Ramazzotto di Niella e ai suoi discendenti (1393-1556), passò in parte ad Antonio Simone e a Gerolamo Falletti della Mora (1594) e in parte a Francesco Caramelli (1661); nel 1695 l'intero territorio venne in possesso di Giovan Battista Ferrario di Vercelli.Al sec. XVIII risalgono la chiesa dell'Immacolata Concezione e la parrocchiale di San Lorenzo.§ Prevalente è la coltivazione della vite (dolcetto e vini piemontesi DOC) e delle nocciole, affiancata dall'allevamento bovino. Sviluppato è il turismo, in particolare nel comparto agrituristico. Attività manifatturiere sono presenti nei settori enologico e alimentare.

Media


Non sono presenti media correlati