Questo sito contribuisce alla audience di

Roscellino

teologo e filosofo francese (Compiègne 1050 ca.-dopo il 1120). Canonico e insegnante a Besançon e Loches, fu accusato di triteismo, ma evitò la condanna con una completa ritrattazione. Ebbe come scolaro Abelardo. Fu il fondatore del nominalismo. Per Roscellino l'unica realtà è l'individuo e nulla esiste fuori di esso, perché non si può separare una qualità dalla sostanza individua a cui inerisce; gli universali (idee generali) sono solo dei flatus vocis (nomi) senza realtà: infatti non esiste l'umanità ma esistono individui umani. Dei suoi scritti rimangono solo pochi frammenti e il suo pensiero ci è noto dagli scritti di Sant'Anselmo e di Abelardo.

Media


Non sono presenti media correlati