Questo sito contribuisce alla audience di

Sèrva padróna, La-

intermezzo in due parti di G. B. Pergolesi, su testo del librettista napoletano Gennarantonio Federico, rappresentato per la prima volta al Teatro San Bartolomeo di Napoli, il 28 agosto 1733, tra gli atti dell'opera seria Il prigionier superbo dello stesso Pergolesi. Basato su un'esile trama (i tentativi, coronati dal successo, di una vispa e astuta servetta di farsi sposare dal recalcitrante e anziano padrone), l'intermezzo si segnala per la squisita eleganza e per l'acuto studio psicologico dei caratteri, che ne fanno un prototipo della tradizione teatrale comica napoletana. La sua rilevanza storica fu sottolineata dallo straordinario successo che la Serva padrona ottenne in occasione di una rappresentazione all'Opéra di Parigi nel 1752 e che diede luogo alla Querelle des Bouffons. La stessa vicenda fu musicata da G. Paisiello (La serva fatta padrona, rappresentata nella residenza imperiale a Pietroburgo il 30 agosto 1781).

Media


Non sono presenti media correlati