Questo sito contribuisce alla audience di

Sallier de la Tour, Vittòrio Amedèo, marchése del Cordon

uomo politico (Chambéry 1774-Torino 1858). Ufficiale dell'esercito piemontese, trascorse in Inghilterra il periodo della dominazione napoleonica, guadagnandosi il grado di generale e l'incarico di rappresentare Londra alla convenzione per il ritiro delle truppe francesi dal Piemonte (1814). All'epoca dei moti del 1821 comandava il presidio di Novara e mantenne quelle truppe fedeli a Carlo Felice, contribuendo a ricondurre il regno all'obbedienza del re. Si adoperò, quale ministro e primo segretario degli Affari Esteri (1822-34) perché il Congresso di Verona (1822) stabilisse l'evacuazione dei soldati austriaci dallo Stato sardo. Fu nominato comandante della divisione di Torino (1834-48) e fece parte del primo nucleo di senatori nominati da Carlo Alberto (1848).

Media


Non sono presenti media correlati