San Piètro Apòstolo

comune in provincia di Catanzaro (27 km), 750 m s.m., 11,51 km², 1925 ab. (pietresi), patrono: san Pietro Apostolo (28-29 giugno).

Centro della Sila Piccola, posto sul fianco sinistro della valle del fiume Lamato. Fu fondato nel sec. XVI intorno a un'edicola dedicata a san Pietro dagli abitanti di Motta Santa Lucia, cui fu legato, seguendone le vicende storiche. Fino al 1881 si chiamò San Pietro di Tiriolo.§ La chiesa di San Pietro Apostolo, consacrata nel 1639, conserva un bel fonte battesimale in marmo verde di Calabria. Da segnalare sono anche i palazzi Tomaino e Mazza, quest'ultimo con curiosi sistemi di protezione contro l'attacco dei briganti, come i canali per la fuoriuscita di olio bollente.§ L'agricoltura produce ortaggi (patate), mele, olive e uva (con produzione di olio e vino). Sono attivi l'allevamento e il commercio di bovini e ovini. Si pratica lo sfruttamento dei boschi (funghi e castagne). Alcune imprese operano nei settori tessile, degli imballaggi e della lavorazione del legno.§ Durante la Settimana Santa ha luogo la tradizionale Pigghiata, lunga rappresentazione sacra sulla Passione e morte di Cristo, scritta nel 1880 da un anonimo locale.

Media


Non sono presenti media correlati