Questo sito contribuisce alla audience di

Sartòrio, Antònio

compositore italiano (Venezia ca. 1620-1681). Negli anni 1666-75 è stato maestro di cappella alla corte di Hannover e, dal 1676 fino all'anno della morte, vicemaestro in San Marco a Venezia. Dedito soprattutto al teatro, compose 14 opere a partire dal 1661, molte delle quali furono dimenticate. Trattò abilmente le voci, realizzando, secondo i modelli di A. Cesti e F. Cavalli, recitativi e ariosi efficaci soprattutto nelle situazioni tragiche e patetiche (La Flora, 1681).

Media


Non sono presenti media correlati