Questo sito contribuisce alla audience di

Scheidemann, Philipp

uomo politico tedesco (Kassel 1865-Copenaghen 1939). Tipografo e sindacalista, dirigente nazionale del Partito socialdemocratico dal 1911, appoggiò lo sforzo bellico pur propugnando una pace di compromesso durante la prima guerra mondiale. Il 9 novembre 1918 proclamò personalmente la Repubblica e fece quindi parte del governo provvisorio come ministro delle Finanze, cooperando attivamente alla repressione dei moti rivoluzionari di estrema sinistra. Capo del governo nel 1919, si dimise per protesta contro il Trattato di Versailles. Fu quindi sindaco della città natale fino al 1925. Nel 1933 riparò in esilio.

Media


Non sono presenti media correlati