Questo sito contribuisce alla audience di

Scrovégni

Potente famiglia padovana ricordata come nobile dal 1081, ma di umili origini. Si arricchì con l'usura. Particolarmente noto per questa attività fu Rinaldo o Reginaldo (sec. XIII), posto da Dante nell'Inferno fra gli usurai (XVII, 64 e seguenti). Suo figlio Enrico (m. dopo il 1336) investì le ricchezze male accumulate in un'opera sacra: la cappella detta appunto degli Scrovegni. Ricopersero cariche comunali e parteciparono, soprattutto sotto la signoria dei Carraresi (sec. XIV), alle lotte cittadine, per cui talvolta dovettero esulare. Lasciarono Padova definitivamente nel 1444 stabilendosi in Francia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti