Questo sito contribuisce alla audience di

Seréni, Emìlio

uomo politico italiano (Roma 1907-1977). Laureatosi in agraria, entrò nel 1928 nel Partito comunista italiano. Arrestato nel 1930 e condannato a 15 anni di carcere per antifascismo, beneficiò di un'amnistia nel 1936 e riparò in Francia dove svolse lavoro di propaganda tra le truppe italiane di occupazione. Nel 1943 ritornò in Italia e fu nuovamente arrestato e condannato. Liberato poco dopo, partecipò alla Resistenza e fu nominato capo della giunta di governo della Lombardia. Deputato alla Costituente, ministro all'assistenza postbellica e ai lavori pubblici nel 1947, senatore nel 1948, fu anche direttore dal 1966 della rivista Critica marxista. Scrisse importanti opere di storia economica tra cui Il capitalismo nelle campagne (1860-1900) (1947), Comunità rurali nell'Italia antica (1955), Storia del paesaggio agrario italiano (1961) e Capitalismo e mercato nazionale (1966).

Media


Non sono presenti media correlati