Questo sito contribuisce alla audience di

Singer, Bryan

regista cinematografico statunitense (New Jersey 1965). Debutta come regista indipendente nel 1992 con Public Access, da lui stesso scritto e prodotto; premiato al Sundance Film Festival. Grazie al giallo I soliti sospetti (1995), avvincente come un thriller a enigma ma caratterizzato anche da una profonda riflessione sull'ambiguità fascinosa del male, vince il primo premio al Festival di Tōkyō e il British Academy Award come miglior film dell'anno. Il suo interesse filosofico per i meccanismi del male ritorna nell'ambizioso ma irrisolto L’allievo (1998), storia del rapporto fra un criminale nazista e il ragazzo che ha scoperto la sua vera identità. Nel 2000 Singer ha invece accettato la scommessa di portare sullo schermo il popolare fumetto fantascientifico X-Men, incentrato su un gruppo di giovani dotati di superpoteri e per questo emarginati dalla società. Negli anni successivi dirige due sequel importanti: X-Men 2 (2003) e Superman Returns (2006).