Questo sito contribuisce alla audience di

Spiderman

(Uomo Ragno), personaggio dei fumetti statunitensi, apparso nel 1963 sulla rivista Amazing Adult Fantasy, disegnato da S. Ditko su testi di S. Lee che, dopo i Fantastic Four (1961), creava così il suo più tipico supereroe. Il protagonista, lo studente Peter Parker, viene punto da un ragno radioattivo che gli trasmette forza, agilità, equilibrio e un sesto senso. Dopo la morte di uno zio per mano di un rapinatore che non ha saputo evitare, il giovane si veste di una caratteristica tuta rossa e blu e combatte il crimine. Ma il suo atteggiamento “privato”, che suscita antipatia e diffidenza, si riflette anche nella sua attività “pubblica” e molti, il giornale locale in testa, lo vedono di cattivo occhio e considerano anche lui un criminale. Il fumetto, facendo identificare nel protagonista i giovani lettori, è divenuto popolarissimo. Dal 1966 è stato disegnato da S. Buscema e poi da G. Kane, R. Andru, J. Byrne e J. Romita per le strisce giornaliere. Ne sono stati tratti anche un cartone animato, una serie per la televisione e tre film (1977, 1978, 1979), tutti interpretati da Nicholas Hammond. In Italia il fumetto venne introdotto nel 1970 e rimase nelle edicole fino al 1984 quando la casa editrice che lo pubblicava fallì. Dopo tre anni, nel 1987, la Star Comics rieditò le storie di Spiderman. Nel 1994 Marvel Comics ha aperto una sede in Italia, incorporando nella sua produzione anche lo storico fumetto. Al suo interno sono apparse tutte e quattro le diverse serie americane. Nel 2001 si sono svolte le riprese di un nuovo film dedicato a Spiderman, affidate a S. Raimi; in seguito all'attacco terroristico dell'11 settembre ha costretto il regista a eliminare le scene in riferimento al disastro e a rimontare parte del film dove apparivano le Torri Gemelle, che nella versione originaria risultavano luogo d'azione principale. A questo film seguirono due sequel nel 2004 e nel 2007.

Media


Non sono presenti media correlati