Questo sito contribuisce alla audience di

Sturbinétti, Francésco

patriota (Roma 1807-Frascati 1865). Liberale neoguelfo, fu ministro dei Lavori Pubblici e poi della Giustizia nel governo costituito da Pio IX nel 1848. Fu generale della Guardia civica e presidente della Camera dei deputati. Guadagnato alle idee democratiche, dopo la fuga del papa fu deputato alla Costituente e votò per la decadenza del potere temporale. Membro del Consiglio municipale e ministro dell'Educazione durante la Repubblica, fu uno dei tre delegati nominati dall'Assemblea per trattare la resa con N. C. V. Oudinot. Costretto all'esilio dopo la sconfitta, rientrò in patria nel 1857.

Media


Non sono presenti media correlati