Questo sito contribuisce alla audience di

Tebaldini, Giovanni

musicologo e compositore italiano (Brescia 1864-San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno, 1952). Compiuti gli studi musicali a Milano e a Ratisbona, fu maestro di cappella in S. Marco a Venezia, nella basilica del Santo a Padova e a Loreto. Fu poi direttore del Conservatorio di Parma (1902-25), insegnante di esegesi per le opere di Palestrina in quello di Napoli e (dal 1931) direttore dell'Ateneo Musicale di Genova. Storico, critico, direttore d'orchestra e maestro del coro, influenzò profondamente la cultura musicale italiana soprattutto come insegnante e organizzatore. Compositore legato a un certo intellettualismo, lasciò soprattutto musica religiosa (messe, mottetti, cori, lavori per organo). Tra i suoi numerosi studi sulla musica italiana si ricordano in particolare quelli su Palestrina, Spontini e Pizzetti. Notevole la sua opera di trascrittore (Cavalieri, Peri, Frescobaldi, Bassani, Galuppi, Legrenzi).

Media


Non sono presenti media correlati