Questo sito contribuisce alla audience di

Terlàgo

comune in provincia di Trento (10 km), 456 m s.m., 37,03 km², 1455 ab. (terlaghesi), patrono: sant’ Andrea (30 novembre).

Centro in posizione dominante l'omonimo lago. Abitato nelle Età del Ferro, preromana e romana, fu possesso dei principi-vescovi di Trento, reggendosi con propri statuti sotto i signori di Terlago. Nel 1703 fu saccheggiato dai francesi del granduca di Vendôme.§ Palazzetti e ville dei sec. XVI-XIX caratterizzano l'abitato, dominato dal castello (sec. XII, ma ampiamente rimaneggiato nel XVI e nel XVIII) con due torri merlate. Presso la riva sudorientale del lago sorge la chiesetta di San Pantaleone (sec. XVI) con pregevoli affreschi di Francesco Verla del 1520. Cinquecentesca è anche la chiesa di San Giacomo, in località Covelo.§ L'economia locale si basa sull'agricoltura (mele, uva, patate, cereali, ortaggi, foraggi), l'allevamento bovino e il comparto manifatturiero, attivo nel settore del legno. Rilevante il ruolo della pesca nel lago di Terlago, popolato da una rara e pregiata specie di trota lacustre.

Media


Non sono presenti media correlati