Questo sito contribuisce alla audience di

Torre Nilsson, Leopoldo

regista cinematografico argentino (Buenos Aires 1924-1978). S'impose sul piano internazionale, dal 1957 al 1961, come il cineasta più importante del suo Paese con una serie di film scritti con la moglie Béatriz Guido (La casa del ángel, El secuestrador, La caída, Fin de fiesta, Un guapo del '900, La mano en la trampa, Piel de verano), dove ossessioni, peccati e rimorsi della chiusa borghesia locale erano analizzati non senza influssi culturali stranieri e non senza qualche risvolto politico, come lo studio del caudillismo. Con Piedra libre (1976) illustrò temi delle tradizioni autoctone argentine.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti