Questo sito contribuisce alla audience di

Tremónti, Giùlio

uomo politico italiano (Sondrio 1947). Dopo aver ottenuto appena ventisettenne la cattedra di Diritto tributario all'Università di Pavia, nel corso degli anni Ottanta si è avvicinato al PSI di B. Craxi, pur senza ricoprire incarichi di rilievo. Eletto deputato nel 1994 nelle file del Patto Segni, ricoprì l'incarico di ministro delle Finanze nel primo governo Berlusconi. Rieletto a Montecitorio nelle liste di Forza Italia nel 1996 e nel 2001, è stato ministro dell'Economia nel secondo governo Berlusconi fino al 2004. Costretto a lasciare l'incarico a causa di contrasti con gli alleati, è tornato nell'esecutivo nel 2005, diventando anche vicepresidente del consiglio. Dopo la sconfitta elettorale del 2006 ricopre gli incarichi di vicepresidente della camera dei deputati e di Forza Italia. Nel 2008, nel IV governo Berlusconi, tornava al ministero dell'Economia.

Media


Non sono presenti media correlati