Questo sito contribuisce alla audience di

Welensky, sir Roy

uomo politico rhodesiano (Salisbury 1907-Blandford Forum, Dorset, 1991). Pugilatore, poi macchinista, fu eletto membro del Consiglio Legislativo della Rhodesia settentrionale nel 1938. Fondatore del Northern Rhodesia Labour Party nel 1941, fu un fiero sostenitore della supremazia bianca. Ideò la Federazione dell'Africa centrale (formata dalle due Rhodesie e dal Nyasaland), realizzatasi il 3 settembre 1953; ministro delle Comunicazioni e delle Poste dal 1953 al 1956, divenne vice primo ministro e poi primo ministro della Federazione. Lo scioglimento nel 1963 della Federazione da parte dell'Inghilterra – che avallò così l'indipendenza della Rhodesia settentrionale (Zambia) e del Nyasaland (Malawi) – segnò la fine della parabola di Welensky che accusò Londra di tradimento nel suo Welensky's 4000 Days. Si ritirò dalla vita politica attiva nel 1964, trasferendosi successivamente in Gran Bretagna.