Questo sito contribuisce alla audience di

Wilde, Henry

fisico e inventore inglese (Manchester 1833-Alderley Edge, Cheshire, 1919). Autore di notevoli ricerche sul magnetismo e sull'elettromagnetismo, già nel 1864 intuì la possibilità di aumento indefinito di forze magnetiche ed elettriche a partire da quantità estremamente piccole e inventò una macchina dinamo-elettrica capace di generare una luce assai potente. Membro della Royal Society dal 1886, dimostrò nel 1909 che il dinamismo dei corpi celesti è proporzionale al quadrato della velocità e inversamente proporzionale al quadrato delle distanze.