Questo sito contribuisce alla audience di

attenuatóre

sm. [da attenuare]. In elettronica, dispositivo, fisso o regolabile, adatto a ridurre l'intensità di un segnale elettrico senza introdurre sensibili distorsioni di ampiezza e di fase. È progettato in modo da introdurre una determinata attenuazione quando è inserito fra due circuiti in condizioni di adattamento di impedenza. Se l'attenuatore è di tipo regolabile, le condizioni di adattamento di impedenza devono conservarsi al variare dell'entità dell'attenuazione introdotta. Gli attenuatori sono generalmente tarati in decibel (unità di attenuazione pari a dieci volte il logaritmo decimale del rapporto fra la potenza di ingresso e quella di uscita) e sono molto utilizzati nelle misure di laboratorio su sistemi di telecomunicazioni. Nella maggior parte degli attenuatori, la riduzione dell'ampiezza dei segnali viene ottenuta trasformando parte della loro energia in calore mediante l'uso di opportuni elementi dissipativi. Un attenuatore di costituzione particolarmente semplice è il partitore di tensione. Gli attenuatori dissipativi, che devono essere utilizzati in corrente continua o in bassa frequenza, sono formati da reti di resistenze, come per esempio gli attenuatori a scala (ladder), costituiti da una serie di celle resistive collegate in cascata. Per frequenze superiori si usano attenuatori a configurazione coassiale (attenuatori coassiali) che possono essere costituiti semplicemente da tratti di cavo coassiale flessibile con forti perdite; tipi di attenuatori coassiali più perfezionati impiegano un conduttore centrale di vetro o ceramica verniciato con materiale conduttore (per esempio, depositi di carbone), oppure dielettrici con perdite. Negli attenuatori dissipativi in guida d'onda, l'attenuazione dei segnali si ottiene facendo dissipare l'energia elettromagnetica entro materiali scarsamente conduttori, opportunamente incorporati nella struttura della guida; uno dei più comuni attenuatori variabili in guida d'onda è l'attenuatore a lamina cernierata (flap), dove una lamina resistiva cernierata viene introdotta più o meno profondamente nella guida parallelamente al campo elettrico dell'onda elettromagnetica che si propaga all'interno della guida stessa. Un'altra categoria di attenuatori è costituita dagli attenuatori in guida d'onda non dissipativi (detti anche cut-off), tra cui gli attenuatori a mutua induttanza e quelli a capacità. Questi introducono attenuazione diminuendo la mutua induttanza o la capacità fra la sorgente e il carico all'interno di una guida d'onda fatta funzionare al di sotto della frequenza di taglio.