Questo sito contribuisce alla audience di

autocorrelazióne

sf. [auto-+correlazione].

1) Tecnica elettronica usata per rivelare deboli segnali periodici in presenza di rumore. Un metodo di autocorrelazione è quello di ritardare il segnale in arrivo (segnale periodico sconosciuto più rumore) di un intervallo di tempo regolabile e di applicare sia il segnale in arrivo non ritardato sia quello ritardato a un moltiplicatore: il segnale di uscita del moltiplicatore, mediato su un intervallo di tempo sufficientemente lungo, presenta un massimo quando il ritardo introdotto risulta eguale al periodo del segnale periodico sconosciuto (o a un multiplo di tale periodo). Il segnale periodico può in tal modo essere individuato nonostante l'azione di mascheramento da parte del rumore. In altri termini, un'apparecchiatura elettronica che realizzi questo processo, chiamata anche autocorrelatore, dà in uscita la funzione di autocorrelazione F(τ) di un segnale di entrata y(t); si definisce come funzione di autocorrelazione di una generica funzione y(t) del tempo t l'espressione

y(t+τ) è il valore della funzione y(t) all'istante t+τ, ossia con un ritardo τ del tempo t.

2) In statistica, detta anche correlazione seriale, correlazione interna esistente fra i diversi valori di una successione, ordinati nel tempo e nello spazio.

Collegamenti