Questo sito contribuisce alla audience di

caravèlla (trasporti)

sf. [sec. XVI; dal portoghese caravela, dim. di cáravo, che risale al latino tardo carăbus, scafo di vimini rivestito di pelle]. Tipo di nave a scafo snello e maneggevole, con due o tre alberi a vele latine (talvolta con vele quadre o miste dei due tipi). Di origine portoghese, fu usata soprattutto nei viaggi di esplorazione del sec. XV. Dall'originario dislocamento massimo di 60 t, la caravella, per adeguarsi alla necessità dei lunghi viaggi, aumentò sino a raggiungere le 150 t. Molte furono dotate di un cassero a poppa, del castello di prua e di imbarcazioni più piccole da portare in coperta. Colombo utilizzò per il suo primo viaggio assai probabilmente una caracca (la Santa Maria) e due caravelle, la Pinta e la Santa Clara, più nota come Niña.