Questo sito contribuisce alla audience di

ceciliano

agg. [dal nome di S. Cecilia]. Movimento ceciliano, movimento per la riforma della musica sacra nella liturgia cattolica, iniziato da K. Proske (1794-1861). Ravvisando un carattere troppo profano nella musica sacra dei sec. XVIII e XIX, il movimento sosteneva la necessità di bandire gli strumenti dalla chiesa e di ritornare allo stile a cappella e alla musica di Palestrina e promosse importanti studi sulla polifonia rinascimentale caduta in oblio. Il movimento condusse alla fondazione, a opera di F. X. Witt (1834-1888), dell'Allgemeiner Deutscher Caecilienverein (Ratisbona, 1867), associazione diffusa nei Paesi di lingua tedesca e approvata da Pio IX nel 1870, destinata a divulgare il repertorio polifonico sacro rinascimentale.