Questo sito contribuisce alla audience di

ciclaliante

sm. [da ciclo2+aliante]. Aeromobile con velatura fissa, per la cui propulsione viene utilizzata l'energia muscolare del pilota. Viene anche chiamato pedaliante. Il ciclaliante, che non potrà mai essere capace di prestazioni di qualche significato a causa delle intrinseche limitazioni dell'uomo quale fonte di energia, è stato realizzato in diversi esemplari tutti a carattere esclusivamente sperimentale. Un ciclaliante, il Daedalus, ha percorso nel 1988 in volo i 118 km che separano Iráklion (Creta) dall'isola di Santorino; pilotato da un campione di ciclismo greco, K. Kanellopoulos, è rimasto in volo per 3 ore e 54 minuti, a una media di 23 km/h. Il volo si è svolto in condizioni di calma di vento a una quota costante di circa 5 m s.m. per sfruttare la riduzione di resistenza dovuta all'effetto suolo. Il Daedalus, protagonista dell'impresa, è un monoplano ad ala alta ed elica traente. Ha un'apertura alare di 33 m, ed è realizzato interamente in compositi, con un peso a vuoto di appena 32 kg. È stato progettato e costruito dagli allievi del Massachusetts Institute of Technology e, dopo il volo, è stato donato al National Air Space Museum di Washington. Aveva volato per la prima volta il 14 dicembre 1987 presso la base aerea di Edwards.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti