Questo sito contribuisce alla audience di

corniòla

sf. [sec. XIV; dal latino cornĕus, da cornus, corniolo, con rif. al colore dei frutti].

1) Varietà di calcedonio, chiamata anche cornalina, che si presenta, negli esemplari più pregiati, di colore rosso intenso per la presenza di ossidi di ferro di natura ematitica; altri colori possibili sono il giallognolo o il brunastro dovuti alla presenza di limonite. I giacimenti più noti sono quelli indiani (Baroda) e brasiliani (Rio Grande do Sul). La corniola fu largamente impiegata nella glittica e nell'oreficeria fin da tempi molto antichi per i pregevoli effetti decorativi derivanti dalle tenui zonature e dalla leggera trasparenza rossiccia della pietra . Fra gli esemplari pregevoli, una coppa con incrostazioni di corniola tagliate a cabochon, di produzione tedesca del sec. XVI (Firenze, Museo degli Argenti).

2) Per analogia, è detto corniola anche un tipo di perle di vetro a due strati, bianco latteo quello interno, rosso rubino trasparente quello esterno.

Media

Corniola.Corniola.Corniola.