Questo sito contribuisce alla audience di

cremazióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIX; da cremare]. Atto ed effetto del cremare, il ridurre in cenere i cadaveri mediante combustione.

Etnologia

La cremazione, detta anche ignizione, è una pratica nota fin dalla preistoria fra le genti nomadi e acquisita anche dai sedentari che la adottarono non di rado, senza abbandonare la già usata pratica dell'inumazione (per esempio nella Grecia arcaica); alcuni gruppi etnici mantennero l'uso della cremazione, anche dopo essere passati all'inumazione, per casi particolari (per esempio per donne morte di parto, per guerrieri caduti in battaglia, ecc.). La cremazione è pressoché ignota in Africa, in America Meridionale e in gran parte dell'Oceania, mentre in Europa l'usanza andò progressivamente scomparendo, dopo il sec. IV, con il diffondersi del cristianesimo. La cremazione è seguita tuttora, invece, nell'Asia meridionale e insulare (India, Indocina, Indonesia), nella Siberia orientale (fra i Ghiliachi e i Coriachi) e lungo le coste del Pacifico dell'America Settentrionale (tra Haida, Tlinghit, Kwakiutl, Klamath, Penuti, Yuma, ecc.). Era pratica diffusa nella Mesoamerica (in periodo precolombiano), in Tasmania e in Nuova Britannia; in quest'ultimo Paese si usava anche distruggere col fuoco i beni e i campi del defunto. Riti funebri, particolari per ciascun gruppo umano, accompagnano di norma la cremazione; le ceneri vengono spesso conservate in urne, anfore, cofanetti, sacchetti e talvolta sono disperse simbolicamente al vento o nelle acque. Quando la distruzione della salma è totale si usa di preferenza il termine incinerazione.

Religione

La credenza nella resurrezione e l'esempio di Cristo resero la cremazione ripugnante all'antico cristianesimo e dal sec. V, per influenza dei cristiani, essa fu abolita in tutto il mondo romano. Nel 789 una legge di Carlo Magno comminava la pena di morte a chi praticasse la cremazione. La pratica riprese nel sec. XIX in circoli di liberi pensatori e a Milano nel 1876 si formò la prima società con lo scopo di propagandarla. Da allora la cremazione si diffuse e dal 1880 quasi tutte le legislazioni la autorizzarono. La Chiesa cattolica l'accoglie solo su volontà testamentaria del fedele.

Media


Non sono presenti media correlati