Questo sito contribuisce alla audience di

erróre (elettronica)

dati trasmessi in maniera non corretta all'interno di un sistema digitale. Le informazioni vengono trasmesse nella forma di una serie di impulsi elettrici discreti, con livelli che rappresentano le cifre 1 o 0 di un numero binario. È possibile che nei processi di trasmissione di memorizzazione si producano saltuariamente “errori di bit”. Peraltro la correttezza dei dati in un sistema digitale è particolarmente importante, perché sia la natura sequenziale dell'elaborazione che le molteplici trasmissioni interne tendono alla propagazione degli errori. In caso di comunicazione con terminali remoti le inevitabili imperfezioni dei canali di trasmissione producono inoltre dati erronei. Per rilevare e correggere gli errori di bit, uno (o più) dei bit del codice viene riservato alla procedura di controllo delle parità (parity checking). Questa procedura consiste essenzialmente nel contare gli “1” degli altri bit del codice e se il risultato è pari porre a “1” il bit di parità (a “0” nel caso contrario) per cui la codifica del dato (il dato contenuto nel codice) ha sempre un numero dispari di “1”; l'introduzione casuale di un errore nell'elaborazione crea un dato che non soddisfa il controllo di parità. Naturalmente sono stati sviluppati codici più evoluti che possono rilevare due o più errori di bit ma che impegnano un numero maggiore di bit di parità. L'errore di bit viene corretto in modi diversi; nel caso dell'elaborazione essa può venir ripetuta. Nel caso di trasmissione l'informazione può venir ricevuta e rispedita automaticamente alla stazione trasmittente in un canale separato dove viene confrontata con il dato originale e il blocco errato rinviato all'utente; l'intera operazione avviene in genere a una velocità tale che l'utente non rileva l'inconveniente. In programmazione i requisiti di correttezza sono molto elevati. Gli errori possono essere di natura sintattica, che derivano da una non corretta applicazione del linguaggio da parte del programmatore. Questi vengono rilevati dai programmi traduttori (compilatori, assemblatori ecc.) prima dell'esecuzione del programma. Gli errori semantici, che riguardano i contenuti, sono di diagnosi molto difficile e solo in qualche caso vengono segnalati durante l'esecuzione del programma.