Questo sito contribuisce alla audience di

eudemonismo

sm. [sec. XVI; dal greco eudaimonía, felicità]. Dottrina che identifica la virtù con la felicità, facendone il fine della vita morale. La virtù può essere intesa sia in senso spirituale (come sapienza e subordinazione delle facoltà naturali alla ragione) sia in senso materiale (come il vivere secondo natura o secondo il proprio utile). Sono eudemonistiche in senso spirituale l'etica di Aristotele e degli stoici; in senso materiale, l'etica dell'empirismo inglese e dell'illuminismo. Una critica intransigente dell'eudemonismo è stata formulata da Kant, che lo ha considerato inevitabilmente legato a preoccupazioni egoistiche ed egocentriche.