Questo sito contribuisce alla audience di

fibroelastòsi

sf. [da fibro-+elast(ico) +-osi]. Condizione patologica caratterizzata da iperplasia di tessuto fibroso ed elastico. Fibroelastosi endocardica: malattia cardiaca rara, a eziologia sconosciuta, caratterizzata da un ispessimento fibroelastico dell'endocardio parietale, con ipertrofia normalmente del ventricolo sinistro, anche se possono essere interessati entrambi i ventricoli. Molto frequente nei primi due anni di vita, si ritiene che sia dovuta a un'infezione virale contratta durante la vita intrauterina. Può essere causa di morte per embolia o per insufficienza cardiaca cronica.