Questo sito contribuisce alla audience di

incrinoscòpio

sm. [da incrinatura+-scopio]. Tipo di metalloscopio capace di individuare difetti superficiali o cricche presenti in un materiale metallico. Lo strumento si fonda sugli effetti magnetici prodotti da correnti elettriche in prossimità della zona difettosa (formazione di poli magnetici nell'area del difetto messi in evidenza dall'addensamento di limatura di ferro) del pezzo in esame, oppure sull'effetto di diminuzione dell'intensità di un fascio di ultrasuoni attraversante l'area in causa o infine sulla riflessione secondaria che la presenza di un difetto produce su una successione di impulsi ultrasonori attraversanti il materiale metallico in esame.

Media


Non sono presenti media correlati