Questo sito contribuisce alla audience di

merino

(impr. merinos), sm. e agg. inv. [sec. XVI; dallo spagnolo merino, forse dal nome dei Merinidi, che praticavano tale allevamento].

1) Razza di ovini, originaria dell'Africa, introdotta nella Spagna e di qui diffusasi in tutto il mondo dando origine a numerosi ceppi che differiscono fra di loro per alcune caratteristiche morfologiche. È una razza di statura e peso corporeo medio; la testa è provvista di grosse corna, a spirale nel maschio; la regione del naso è breve e larga; il collo, corto e largo, presenta spesso pliche trasversali; gli arti sono robusti e di media lunghezza; il vello, che si estende fino alla fronte, alle guance e agli arti, è costituito da fili di lana sottile lunghi ca. 10 cm, di qualità molto pregiata. In Italia questa razza viene spesso allevata per il miglioramento di altre razze.

2) Tessuto morbido e pregiato di lana pettinata, usato nell'abbigliamento, specie maschile. È a trama spinata, con doppio dritto.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti