Questo sito contribuisce alla audience di

morfogènesi

sf. [morfo-+genesi].

1) In biologia, stadio dello sviluppo embrionale successivo alla gastrulazione, che consiste nella formazione di organi e tessuti a partire da elementi indifferenziati.

2) In geomorfologia, insieme dei processi che provocano la genesi e l'evoluzione del paesaggio terrestre. Si tratta di processi fisici, fisico-chimici, chimici e biochimici, che abitualmente interagiscono e si realizzano secondo determinate sequenze con priorità di quelli distruttivi rispetto a quelli costruttivi. § La realizzazione dei processi morfogenetici è legata all'intervento di uno o più degli agenti fondamentali del modellamento terrestre: acque correnti, mare, ghiacciai, vento, organismi, ecc. In pratica, si usa raggruppare i vari processi che si esplicano nei singoli ambienti contrassegnandoli con l'attributo legato al nome dell'agente dominante (morfogenesi fluviale, morfogenesi marina, morfogenesi glaciale, ecc.). Oltre che dipendere dall'attività dei suddetti agenti, la morfogenesi di una regione può essere anche condizionata da fattori contingenti, quali le differenze di clima, di altitudine, di natura e struttura della roccia, di copertura vegetale, ecc. La morfogenesi di una regione può essere inoltre complicata dal mutamento del tipo di agente dominante, come per esempio avviene a seguito di fenomeni di emersione o di sommersione di una costa, di glacializzazione o deglacializzazione di una regione.

Collegamenti