Questo sito contribuisce alla audience di

nomofìlace

sm. [sec. XIX; dal greco nomophýlax-akos, da nómos, legge, e phýlax, custode]. Magistrato preposto alla conservazione della legge, presente in varie città greche governate di solito a regime aristocratico. Ad Atene un collegio di nomofilaci fu istituito nel 462 a. C., a seguito dell'esautoramento dell'Areopago. I nomofilaci ricomparvero al tempo di Demetrio Falereo con l'incarico di far rispettare il nuovo codice di leggi.

Media


Non sono presenti media correlati