Questo sito contribuisce alla audience di

nucleòfilo

agg. [da nucleo+-filo]. Di particella costituita da uno ione negativo (nucleofilo anionico) o da una molecola (nucleofilo neutro) che disponendo di una coppia elettronica non impegnata in legami chimici, tende a metterla completamente a disposizione per legarsi alla specie attaccata nel corso di una reazione organica di addizione o di sostituzione. Esempi di reattivi nucleofili sono OH-, SH-, I-, NH₃, l'acqua e gli alcoli.

Media


Non sono presenti media correlati