Questo sito contribuisce alla audience di

smaltatùra

sf. [sec. XVI; da smaltare].

1) Trattamento di rivestimento superficiale dei materiali metallici ottenuto mediante applicazione di smalti ed eseguito allo scopo di protezione dalla corrosione o di decorazione. I materiali metallici da trattare, dopo pulitura con sabbia (sabbiatura), vengono sgrassati, decapati, lavati e ricoperti di smalto a spruzzo o a immersione; successivamente vengono riscaldati a temperatura opportuna in un forno.

2) Processo di rivestimento di manufatti ceramici, che hanno subito già la prima cottura, attuato immergendo il pezzo in un bagno che ha in sospensione la massa del rivestimento.

3) Operazione di finitura delle stampe fotografiche mediante la quale determinate carte sensibili con adatta superficie vengono rese lucide facendole aderire a una superficie lucida fino ad asciugatura completa. La smaltatura si effettua normalmente a caldo in apposite smaltatrici; sulle moderne carte politenate non è necessaria né possibile.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti