Questo sito contribuisce alla audience di

volàno

sm. [sec. XVII; dal francese volant, ppr. di voler, volare].

1) Gioco sportivo inglese (badminton) praticato da due (singolo) o quattro (doppio) giocatori che per mezzo di una racchetta (bat), simile a quella del tennis, si rimandano al volo il “volante” (shuttle cock) al di sopra di una rete tesa a 1,55 m dal suolo. Il campo di gioco misura 13,40×5,20 m per gli incontri di singolo e 13,40×6,10 m per quelli di doppio. Il volante è costituito da una semisfera di gomma o plastica sul bordo della quale sono inserite da 14 a 16 piume di gallina o di plastica. La partita, che si gioca come quelle di tennis, è composta da tre o cinque giochi e ciascuno di essi va ai 13, 15 o 21 punti per le gare maschili e agli 11 per quelle femminili. Il gioco fu introdotto nel 1873 da alcuni ufficiali inglesi che lo derivarono da un gioco analogo, il poona, praticato in India.

2) Organo rotante dotato di notevole momento di inerzia che viene utilizzato sia per stabilizzare il moto di un albero al quale sono applicate coppie pulsanti sia come accumulatore di energia. Il volano viene impiegato per esempio nei motori endotermici per rendere uniforme il moto dell'albero motore riducendo l'irregolarità periodica; in genere è fissato meccanicamente all'albero e la sua massa diminuisce con l'aumentare del numero dei cilindri o passando dai motori a quattro tempi a quelli a due tempi. Nelle automobili, il volano porta una corona dentata, applicata a caldo, nella quale si impegna il pignone del motorino elettrico di avviamento; inoltre sul volano è ricavato l'alloggiamento della frizione della quale fa parte integrante. I motoveicoli di piccola e media cilindrata sono equipaggiati da motori dotati di volano magnete (v. accensione) sulla cui periferia si trovano due o più espansioni polari che, messe in rotazione, inducono una corrente elettrica in una o più bobine fissate al carter del motore. Il volano è usato inoltre come accumulatore di energia in dispositivi dove necessita una notevole coppia, ma per tempi brevi come, per esempio, nelle macchine a tranciare, nelle punzonatrici ecc. Viene inoltre impiegato in alcuni motori a energia meccanica potenziale.

Media


Non sono presenti media correlati