giadeite

sf. [sec. XIX; da giada]. Minerale, silicato di sodio e alluminio, di formula NaAl[Si₂O6], appartenente alla classe prismatica del sistema monoclino. Si presenta sotto forma di masse compatte a struttura granulare finissima o in aggregati fibrosi o lamellari. Il colore varia da biancastro a verde pallido, a verde scuro sino a nero (nella varietà ricca di ferro, chiamata cloromelanite). Si trova nelle eclogiti e, come componente minerale essenziale, nelle giadeititi, rocce metamorfiche a struttura compatta che, in forma di piccole masse di colore verde più o meno intenso, accompagnano formazioni scistoso-cristalline. È presente in notevoli quantità nelle serpentine di Tawmaw in Birmania, come pure nel Turkestan, nel Tibet, in Giappone, in Cina, nel Messico, in Venezuela, in Costa Rica, in Alaska e nella Nuova Zelanda. In Italia è stata individuata negli scisti cristallini di alcune località delle Alpi Occidentali. Al pari della nefrite, la giadeite è utilizzata come pietra preziosa (vedi giada). Sembra sia giunta in Cina dalla Birmania attraverso la provincia dello Yunnan e del Guangdong nella metà del sec. XVIII.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora