ricòrdo

Indice

sm. [sec. XIV; da ricordare].

1) Il ricordare, il serbare nella memoria: il ricordo di quei fatti mi spaventa ancora. Per estensione, memoria, traccia che una persona, una cosa o un avvenimento lascia di sé: è ancora presente il ricordo della guerra; lasciare un buon ricordo. Nelle loc.: in ricordo, a ricordo, per ricordo, per tener desto il ricordo di una persona o di un fatto: monumento eretto a perenne ricordo dei caduti per la patria. In particolare, ciò che viene ricordato: i ricordi di scuola, di gioventù. In psicologia della memoria, il corrispettivo della traccia mnemonica a livello di comportamento. Il ricordo può comprendere anche un'elaborazione di quanto è stato acquisito e può quindi essere indistinguibile da altri elementi aggiunti dal soggetto nel corso della ritenzione.

2) Oggetto che serve a conservare, a ravvivare la memoria di una persona, di un avvenimento, di un luogo: l'orologio è un ricordo di mio padre;ricordo di famiglia, oggetto che è appartenuto a una persona defunta della propria famiglia e che si conserva per il suo valore affettivo. In funzione appositiva, che serve a far ricordare, a rinnovare la memoria di qualche cosa: fotografia ricordo; francobollo ricordo, francobollo celebrativo di un dato avvenimento. In particolare, oggetto a cui è legata la memoria, l'immagine di qualche cosa; monumento che fa rivivere il passato, vestigio: città ricca di ricordi medievali. Per estensione, segno che rimane come conseguenza di un avvenimento, di un fatto passato: l'incidente gli lascerà un brutto ricordo.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora