Questo sito contribuisce alla audience di

Čavčavadze, Ilia Grigorevič

patriota e scrittore georgiano (Kvareli 1837-Sarugano, Tbilisi, 1907). Fu uno dei principali esponenti del movimento di liberazione georgiano. Di origine principesca, fu un sostenitore dell'uguaglianza sociale. Nel 1906 venne eletto membro del consiglio di Stato. Morì assassinato da sconosciuti. Oltre a una vasta produzione giornalistica (diresse riviste liberali) lasciò composizioni in versi (La visione, 1859; Racconto del mendicante, 1859; Scene dalla vita di un brigante, 1860), romanzi (Ecco l'uomo, 1857-63; La vedova Otarova, 1887) e drammi (La madre e il figlio, Il brigante Kako), in cui sono espresse le sue idee politiche.