Questo sito contribuisce alla audience di

AGIP

sigla di Azienda Generale Italiana Petroli. Società petrolifera italiana costituita nel 1926 dallo Stato per la ricerca, il trattamento industriale, il trasporto e il commercio di idrocarburi. La sua attività, diretta soprattutto verso la ricerca mineraria, portò alla scoperta, negli anni 1944-45, di notevoli giacimenti gassiferi nella Pianura Padana. Con l'istituzione dell'ENI, nel 1953, all'AGIP rimase affidato il settore della distribuzione e del trasporto dei prodotti petroliferi, mentre quello della ricerca e della produzione fu trasferito a una nuova società: l'AGIP Mineraria. Nel 1956, inoltre, l'ENI dette vita all'AGIP Nucleare con il compito di coordinare le attività dell'ente nel settore nucleare. Nel 1978 si attuò una modifica istituzionale, che portò alla ripartizione dell'AGIP in tre società: una avente il ruolo di caposettore con compiti di approvvigionamento e ricerca mineraria, le altre due – AGIP Petroli e IP – incaricate della raffinazione e commercializzazione dei prodotti. Dal 1963 al 1987 furono incorporate dall'AGIP: l'AGIP Mineraria (1963), l'AGIP Nucleare di Roma (1983), la Enichimica di Milano (1985), la SAMIM di Roma (1986), l'AGIP Carbone di Milano (1987), l'AGIP Uranio di Milano (1987) e la Pragma di Milano (1987). Assicuratasi negli anni i diritti di ricerca e di produzione in moltissimi Paesi, dall'Alaska alla Tanzania, nel 1995 l'AGIP firmò un accordo con la russa Lukoil e la statunitense Pennzoil per lo sfruttamento del petrolio nel Mar Caspio, mentre nel 1996 concluse un altro accordo con un consorzio di compagnie (tra cui la Chevron, responsabile del progetto) per la costruzione di un oleodotto nel Mar Caspio. Nel 1998 fu incorporata nell'ENI, continuando a svolgere attività nel campo della ricerca e della produzione di idrocarburi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti