Questo sito contribuisce alla audience di

ENI

(Ente Nazionale Idrocarburi), ente economico di diritto pubblico. Istituito nel 1953, allo scopo di agevolare la ricerca, la raffinazione e la distribuzione degli idrocarburi nella Pianura Padana, è diventato una società per azioni nel 1992. Le principali società caposettore del Gruppo sono l'AGIP (ricerca di idrocarburi e minerali d'uranio, produzione mineraria e distribuzione di prodotti petroliferi), la SNAM (trasporto degli idrocarburi, importazione e distribuzione del gas naturale), l'ENICHEM e l'ANIC (industria chimica e petrolchimica). Altre partecipazioni dell'ENI si hanno nello studio e nella realizzazione di gasdotti (SAIPEM), nel ciclo del combustibile nucleare (AGIP nucleare), e nel settore dei servizi finanziari (SOFID). Nel 1981 l'ENI e la Occidental Petroleum hanno costituito una holding paritetica, denominata Enoxy, attiva nei settori chimico e carbonifero. Fin dall'inizio della sua attività l'ENI ha dato impulso alla ricerca d'idrocarburi nel territorio italiano e nella piattaforma continentale e ha acquisito permessi di ricerca e concessioni di coltivazioni in vari Paesi esteri. Quotata in Italia e sulle principali Borse internazionali dal 1995, l'ENI S.p.A., con le società direttamente o indirettamente controllate, è un gruppo integrato che opera in tutte le fasi delle attività che riguardano petrolio e gas. Sempre nel 1995 ha venduto la sua partecipazione nel Nuovo Pignone, società operante nel campo della perforazione petrolifera, alla statunitense General Electric. Successivamente si è proceduto alla privatizzazione del gruppo con il collocamento sul mercato del 15% del capitale; sono stati firmati un contratto di esplorazione petrolifera in Eritrea e un accordo per la fornitura di gas naturale in Croazia; è stata incorporata l'AGIP (1997) e stipulato un accordo con la Elf e la National Iranian Oil Company per la realizzazione di un'area produttiva a bassi costi e a elevato potenziale di produzione. L'ENI inoltre ha sottoscritto un accordo per la fornitura di gas naturale in Palestina e avviato la produzione, con la croata INA, del primo giacimento di gas in Croazia. Nel 1998 entrata nel settore della distribuzione dei carburanti in Brasile, ha siglato un accordo con la Gazprom per la realizzazione di un gasdotto che collega la Russia e la Turchia attraverso il Mar Nero.Tra il 2002 e il 2003 la Snam e l'AgipPetroli sono confluite in ENI che ha acquisito anche l'intero capitale sociale dell'Italgas. Nel 2005 ha venduto il 90% del marchio Ip alla compagnia API. Nel 2006 ha firmato un accordo con la russa Gazprom che riguardava le forniture di gas russo all'Italia, l'accesso al mercato italiano da parte di Gazprom, l'attività di ricerca e la costruzione di condutture. Nel 2007 ha acquisito l'americana Dominion Resources e l'inglese Burren Energy. L'anno successivo ha siglato contratti per la vendita di gas con il produttore energetico russo Tgk-9, contratti che segnano l'entrata del primo operatore europeo nel mercato della vendita di gas in Russia.

Media


Non sono presenti media correlati