Questo sito contribuisce alla audience di

Adam, Henri-Georges

scultore francese (Parigi 1904-Perros-Guirec, Côte-du-Nord, 1967). Giunto alla scultura soltanto nel 1942, dopo essersi occupato per anni di incisione, divenne ben presto uno dei maggiori scultori francesi contemporanei, segnalandosi per rigore stilistico e senso del monumentale. Significativo è il Grande nudo (1949), la cui articolazione per piani geometrici e purezza di linee si spiegano con la stretta amicizia che legò Adam a Picasso. Nella fase più matura il suo monumentalismo trovò felici soluzioni in alcune opere pubbliche (monumento al prigioniero politico sconosciuto, o Il segno, a Le Havre, 1955; Faro dei morti, ad Auschwitz, 1957-58; Il muro, al liceo di Chantilly) che offrono nuovi esempi di integrazione della scultura nell'ambiente urbano.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti