Questo sito contribuisce alla audience di

Adams, Henry

storico e scrittore statunitense (Boston 1838-Washington 1918). Appartenente a una delle maggiori famiglie della Nuova Inghilterra, nipote e pronipote di due presidenti degli Stati Uniti e figlio di un uomo politico e diplomatico, dopo aver studiato a Harvard vi tenne la cattedra di storia negli anni decisivi della rivoluzione industriale americana e dello sviluppo tecnologico, che egli giudicò severamente partendo in sostanza da posizioni conservatrici e individualistiche, tanto da investire nella sua critica i fondamenti, a suo avviso negativi, della democrazia di massa. Testimonianza di questo suo atteggiamento è l'opera The Degradation of the Democratic Dogma (1919; postuma). Come storico, specie nella monumentale History of the United States during the Administrations of Jefferson and Madison (1889-91, 9 voll.; trad. it. parziale: Gli Stati Uniti nel milleottocento, 1960), tentò di fissare alcune leggi, fondate su principi scientifici, che spiegassero la dinamica della storia, per ripiegare poi su una visione sostanzialmente pessimistica e dominata dal caos presente, in contrasto con l'armonia e l'omogeneità di valori dell'universalismo medievale, contrasto simboleggiato nell'immagine, divenuta famosa, della Vergine e della Dinamo. La rievocazione del passato medievale appare segnatamente in Mont-Saint-Michel and Chartres (1904), ma, a parte due romanzi di chiaro intento di satira e polemica politica, Democracy (1880) ed Esther (1884), la fama di Adams si deve soprattutto a The Education of Henry Adams (1907; trad. it.: L'educazione di Henry Adams, 1964), una delle grandi autobiografie intellettuali della letteratura americana, spesso paragonata per respiro e importanza a quella di Franklin. The Education è un libro amaro, lucido e risentito, nel quale, accanto alle vicende personali di Adams (che ebbe tra l'altro a soffrire del suicidio della moglie), si riflettono la storia disincantata di una generazione in crisi e un mondo prossimo a quello della narrativa di Henry James, di cui Adams fu amico e corrispondente.

Media


Non sono presenti media correlati