Questo sito contribuisce alla audience di

Agîrbiceanu, Ion

narratore romeno (Cenade, Transilvania, 1882-Bucarest 1962). È autore di racconti e di romanzi realistici (In campagna, 1906; Padre Man, 1920; Lo spavento, 1922; La legge dello spirito, 1923) scritti con stile semplice e intenti moraleggianti. Tema delle sue opere, cui fa da sfondo la vita rurale della sua regione, sono i contrasti razziali, che determinano conflitti psicologici e morali. Il suo romanzo migliore è Gli arcangeli (1914), in cui è descritto il mutamento dei costumi di un villaggio improvvisamente arricchitosi grazie a una miniera d'oro.

Media


Non sono presenti media correlati