Questo sito contribuisce alla audience di

Aida

melodramma in 4 atti di G. Verdi, su libretto di A. Ghislanzoni (da un soggetto dell'egittologo Mariette), rappresentato al Cairo il 24 dicembre 1871 per celebrare l'apertura del canale di Suez, evento per il quale era stato commissionato. Nell'Egitto dell'era faraonica, in lotta contro gli Etiopi aggressori, l'amore che lega il generale Radames ad Aida, figlia del re nemico resa schiava di Amneris, figlia del faraone, scatena conflitti di opposte passioni fra i personaggi e porta il condottiero, ch'è amato anche da Amneris, al tradimento involontario del proprio Paese. Condannato a essere sepolto vivo, Radames trova nella tomba Aida, che ha deciso di morire con lui. L'opera si inserisce nell'evoluzione stilistica dell'ultimo Verdi, teso a un costante rinnovamento del proprio linguaggio, e si caratterizza per una visione drammatica che non si impernia più esclusivamente sui protagonisti ma abbraccia più ampi orizzonti dando allo sfondo un rilievo non meramente esornativo.

Media


Non sono presenti media correlati