Questo sito contribuisce alla audience di

Ghislanzóni, Antònio

librettista e letterato italiano (Barco di Maggianico, Lecco, 1824-Caprino Bergamasco 1893). Patriota, fondò nel 1848 due giornali repubblicani; diresse poi l'Italia musicale e fu redattore della Gazzetta musicale di Milano. Scrisse novelle, romanzi, una gustosa raccolta di aneddoti, ricordi e documenti (Capricci letterari, 6 volumi, 1886-89) e un'ottantina di libretti d'opera per Braga, Cagnoni, Gomez, Petrella (I promessi sposi), Ponchielli (I Lituani), Verdi (Aida).

Media


Non sono presenti media correlati