Questo sito contribuisce alla audience di

Antàlcida, Pace di-

detta anche del re (il re di Persia ne era il garante), o comune (koiné eiréne), pace siglata nel 387-386 a. C. dall'uomo politico spartano Antalcida e il re di Persia Artaserse II: con esso le città greche d'Asia venivano lasciate ai Persiani mentre si affermavano l'autonomia e la libertà di tutte le altre città greche grandi e piccole. Il concetto informatore di questa pace (garanzia di una potenza responsabile e principio dell'autonomia e della libertà per tutti i Greci) sta alla base di tutte le successive paci comuni concluse nel mondo greco fino all'intervento romano.

Media


Non sono presenti media correlati