Questo sito contribuisce alla audience di

Antìgono III, Dosone

re di Macedonia, della dinastia degli Antigonidi (263- 221 a. C.). Succedette nel 229 al cugino Demetrio II, come tutore di suo figlio Filippo, in un momento difficile per la monarchia macedone: Atene aveva infatti proclamato la propria autonomia, il Peloponneso era perduto e i Romani erano attestati in Illiria; dal N premevano i Dardani. Vinti questi ultimi e costretti alla pace gli Etoli, ai quali cedette una parte della Tessaglia, Antigono III accettò di allearsi con la Lega Achea, impegnata in guerra con Sparta, e ottenne in cambio Corinto. Sconfitti gli Spartani a Sellasia (222), riuscì a consolidare intorno alla Macedonia un sistema di alleanze che ne garantivano l'egemonia sui Greci.

Media


Non sono presenti media correlati