Questo sito contribuisce alla audience di

Antonèlli, Giàcomo

uomo politico e cardinale italiano (Sonnino 1806-Roma 1876). Abile amministratore, ricoprì nello Stato Pontificio varie cariche tra cui quella di tesoriere generale. Nominato cardinale da Pio IX nel 1847, ricoprì dal 1849 alla morte la carica di segretario di Stato. Fino all'assassinio di Pellegrino Rossi (15 novembre 1848) si dimostrò ben disposto verso la politica di riforme intrapresa da Pio IX. In seguito assunse però una posizione rigidamente conservatrice e influenzò moltissimo il papa in tal senso (fuga a Gaeta). Si oppose tenacemente al movimento di unificazione italiano e difese con immutata intransigenza il potere temporale dei papi: rifiutò le guarentigie (13 maggio 1871), proposte al papa dal governo italiano.

Media


Non sono presenti media correlati