Questo sito contribuisce alla audience di

Arduino

re d'Italia (? 955-Fruttuaria 1014). Figlio di Dadone e di una figlia di Arduino Glabrione, fu marchese di Ivrea intorno al 989. Rialzò il prestigio del potere marchionale e ne rivendicò i diritti, ormai passati quasi tutti ai vescovi. Lottò infatti contro i vescovi di Vercelli e di Ivrea, appoggiato dalla piccola nobiltà campagnola e cittadina. Deposto nel 999 dall'imperatore Ottone III, dopo aver subito due scomuniche, riuscì a riaffermare i suoi poteri e a farsi eleggere re d'Italia nel 1002, alla morte di Ottone. Lottò contro l'imperatore Enrico II, questa volta con l'appoggio del vescovo di Vicenza. Ebbe avversari Bonifacio, marchese di Toscana, e Arnolfo, arcivescovo di Milano. Stanco delle continue lotte, si ritirò nel convento di Fruttuaria.