Questo sito contribuisce alla audience di

Armellini, Carlo

patriota italiano (Roma 1777-Saint-Josse-ten-Noode, Belgio, 1863). Giurista e avvocato concistoriale, appoggiò la politica liberaleggiante di Pio IX. Entrò poi a far parte del comitato esecutivo e del triumvirato – con Saffi e Mazzini – della Repubblica romana del 1849, redigendone, con Montecchi e Saliceti, la Costituzione. Alla caduta della Repubblica, si rifugiò in Belgio.